Il piano di continuità aziendale di CBIS è stato progettato per creare una struttura in cui rispondere in maniera efficace ed elastica ad un’interruzione significativa dell’attività aziendale. Durante un’interruzione dell’attività aziendale, CBIS cercherà di salvaguardare gli interessi dei suoi partecipanti, dei dipendenti e della proprietà CBIS. CBIS riuscirà a fare tutto ciò effettuando una valutazione finanziaria e operativa e cercando di recuperare e riprendere rapidamente la normale operatività; proteggerà i registri, i resoconti e i dati e consentirà ai partecipanti di concludere gli affari.

Il piano di CBIS prevede due tipi di interruzioni significative delle attività aziendali, sia interne che esterne. Le interruzioni o disordini interni influenzerebbero solo la capacità di CBIS di poter comunicare o di svolgere le attività, come ad esempio un incendio in uno dei nostri uffici. Le interruzioni o disordini esterni impedirebbero il funzionamento dei mercati dei valori mobiliari o di un certo numero di società, e questi possono essere un attacco terroristico, un’inondazione della città o un disordine regionale di ampia scala. La risposta di CBIS ad un disordine esterno dipende maggiormente da altre organizzazioni e sistemi, specialmente dalle capacità della polizia locale e dai vigili del fuoco e dalla nostra banca depositaria principale e altre banche depositarie scelte dai partecipanti.

Il piano di continuità aziendale di CBIS delinea le procedure che una società seguirà per: 1) distruzione totale o inaccessibilità di un ufficio; 2) danni a, o furto di, apparecchiature telefoniche o materiale informatico critici; 3)distruzione parziale di un ufficio o di apparecchiature; 4) perdita di documenti cartacei; 5) mancanza di alimentazione; 6) incendio; 7) perdita di personale che riveste ruoli chiave dovuta a morte improvvisa o altre calamità. La società CBIS gestisce uffici a New York, nello stato di New York, a Chicago nell’Illinois e a San Francisco in California. In caso di una totale distruzione e inaccessibilità ad uno dei nostri uffici, faremo trasferire i dipendenti presso uno degli altri uffici o li faremo lavorare a distanza dalla loro residenza o da una sede temporanea. Queste misure vengono applicate per recuperare tutti i dati del conto necessari, i sistemi e le apparecchiature operative, per reindirizzare le mail e le telefonate e per comunicare con le banche, i gestori patrimoniali, i venditori e i fornitori. CBIS non prevede che la distruzione o l’inaccessibilità ad uno degli uffici possa interferire con la capacità di svolgere le attività. Se tutti e tre gli uffici sono stati distrutti o resi inaccessibili contemporaneamente, CBIS si sforzerà di riprendere le operazioni entro ventiquattro ore dalla propria sede temporanea.

Il seguente piano è soggetto a modifiche. Se il piano dovesse subire modifiche, verrà pubblicato un riassunto aggiornato sul sito web di CBIS. I partecipanti possono inoltre ricevere un riassunto aggiornato e qualsiasi altro aggiornamento richiedendone una copia scritta via mail.